Perché si smette di fotografare?

Le regole di Famolostrano e come vediamo il mondo fotografico

Perché si smette di fotografare? Si sente spesso dire che la fotografia è morta, che non si fanno più foto, che le immagini sono banali e si parla ancora più spesso di corsi fotografici base. Ecco cosa ne pensiamo noi di Famolostrano.

La Fotografia è Viva e Vegeta

Dati alla mano, di fotografie se ne fanno moltissime, ma spesso non si riguardano neppure appena scattate. I servizi iCloud sono pieni di immagini e video, quindi non si può dire che la fotografia sia morta, anzi è viva e vegeta. È cambiato il modo di vedere le fotografie e in questo articolo i fotografi che si definiscono tali avranno sicuramente qualcosa da ridire. Siamo nel 2024 e non possiamo usare solo le regole dei terzi e la sezione aurea come leggi indiscusse.

La Fotografia è Viva e Vegeta

La Fotografia come Espressione Artistica

Crediamo che la fotografia sia una espressione artistica e, come tale, non si possono usare regole, a meno che non siamo dei mostri sacri della fotografia e quindi sicuramente non leggerebbero questo articolo. La fotografia deve essere fatta amare, non dalla tecnologia ma dalla vera anima, cioè far vedere quello che vogliamo mostrare.

duck rabbit

Cosa vedi: Anatra o Coniglio?

Tutto quello che vediamo e sentiamo può avere errori perché dipende da come lo percepiamo. C’è sempre una differenza tra quello che notiamo e come lo interpretiamo, e questa differenza ha un grande significato filosofico.

Ecco, ora vedrai quello che vuoi tu, ma solo uno alla volta o Anatra o Coniglio, e come nelle fotografie ognuno vede quello che vuole vedere.

Perché si smette di fotografare?

William Eggleston: Un Esempio di Creatività Ribelle

Immaginate per un momento se William Eggleston avesse dato ascolto a quel mondo newyorchese della fotografia capitanato dal maestro Henri Cartier-Bresson. All’epoca, la fotografia era solo in bianco e nero e il colore era considerato una offesa. Alla sua prima esposizione al MoMA fu molto criticato, anzi deriso per le sue foto. Secondo voi, avevano ragione? Sicuramente ci sarà chi dirà di sì e chi dirà di no, ma alla fine Eggleston è diventato un mostro sacro della fotografia.

Vediamo “Perché si smette di fotografare?” una delle sue foto che è diventata famosa per tantissimi motivi. Ora, non fare come si fa nei social, fermati e guarda la foto: è piena di particolari. Si narra che Eggleston fece solo quella foto quel giorno, ma in questa foto ci sono mille particolari. Oltre i fili al nero sopra la struttura della finestra, i fili bianchi si uniscono a un bordo bianco. Oltre al colore rosso, hai notato che ci sono i disegni del Kamasutra? Nella fotografia, si vede che tutti criticano ma pochissimi osservano.

william eggleston fotografia 01
william eggleston fotografia 01

Il Dilemma della Macchina Fotografica

Quante volte mi sono sentito fare questa domanda: quale macchina fotografica comprare? La mia risposta sarà assolutamente diversa da quella di tutti. Vuoi sapere quale comprare? Apri il tuo telefono. Sì, hai letto bene. Ora vai nella galleria fotografica e guarda le tue foto. Questo è un buon punto di partenza. Che foto fai? Fotografii tuo figlio, i gatti, i panorami, i palazzi? Da questo possiamo capire la grandezza della macchina fotografica e l’ottica che dovresti usare per fotografare.

La Grandezza dell’Attrezzatura: Un Falso Problema

Non è necessario avere una macchina fotografica grande per fare foto di feste, ritratti o del tuo gatto. Una macchina piccola e leggera da portare sempre con te è l’ideale. Non ti interessa avere una macchina fotografica che dopo un mese non porteresti mai in giro perché la gente ti dirà che deve essere grande, con un grande sensore e grandi ottiche. Li hai mai visti fotografare la vita quotidiana? Se vuoi avvicinarti alla fotografia, devi avere uno strumento che possa affiancarti il più possibile. Le macchine dei grandi fotografi non erano enormi, erano semplici e piccole.

Usare la Fujifilm?

Il Fallimento dei Corsi di Fotografia Tradizionali

Ora vediamo perché c’è molto abbandono della fotografia dopo l’acquisto della macchina fotografica. Semplice, sono quelli che tutti definiscono corsi base. Sì, quelli che ti dicono che devi fare questo perché altrimenti non farai mai belle fotografie. Alla fine di quasi tutti i corsi farete due uscite tutti insieme, nello stesso punto, tutti con il cavalletto, e tutti farete clic. Non dico che siano tutti così, ma spesso è così.

Juergen Teller, Memphis, 2008I
Juergen Teller, Memphis, 2008 – William Eggleston plays piano “il rosso che si ripete”

L’Evoluzione della Fotografia nel 2024

Siamo nel 2024 e i giochi sono cambiati. Vi rendete conto che dicono tutti le stesse cose? Crediamo che sia importante far appassionare le persone alla fotografia. Quindi, prima di quel noioso corso, dobbiamo parlare di fotografie e non di tecnologia. Il vero amante della fotografia deve trasmettere la passione che ha, che siano fotografi del passato o moderni.

Calibrazione 001 2
Calibrazione 001 2

Una Nuova Chiave di Lettura per la Fotografia

Perché si smette di fotografare?, un docente nel 2024 deve saper capire come fare in modo che la sua classe rimanga affezionata alla fotografia. Saranno gli studenti stessi a chiedere come fare foto alle stelle, per esempio. E lì il docente può proporre almeno tre corsi. Criticare è facile, usare il buon senso è arte.

Famolostrano

Rispetto e Comprensione nella Fotografia

Nel mondo della fotografia e non solo, tutti criticano e dicono cosa fare per migliorare perché tutti sanno tutto. Ma siamo umani, giusto? Come persone siamo influenzati da mille cose: cosa abbiamo mangiato, bevuto, se siamo felici o arrabbiati con il mondo. Come facciamo a decidere per gli altri, a giudicare o a dare consigli? Se usiamo queste regole, non facciamo arte, non raccontiamo con i nostri occhi ma con quello che ci dicono. Vediamo questa foto sempre di Eggleston: all’epoca era normale avere una macchina legata con una catena per non farla rubare, ma se Eggleston non l’avesse scattata, tu ora non la vedresti.

william eggleston fotografia 02
william eggleston fotografia 02

Il Sostegno nella Fotografia

Eggleston aveva un grande sostegno da John Szarkowski, che aveva una visione più aperta e non chiusa come ancora oggi vedo e leggo. Che tristezza! Io non critico mai. Se mi piace rimango a vedere l’immagine, se non mi piace rimango a guardarla per cercare di capire cosa ha visto il fotografo. Il rispetto dovrebbe essere portato universalmente su tutto e tutti.

Il Sostegno nella Fotografia
Il Sostegno nella Fotografia

Conclusione: Un Nuovo Approccio alla Fotografia

concluisioni

Adesso, sicuramente chi critica è quello che non avrà capito l’articolo e va benissimo, tanto se non scrivono male su di me lo faranno con altri per essere appagati. Invece, se tu ti sei allontanato o ti vuoi avvicinare alla fotografia, contatta il tuo circolo e vedrai che avranno una nuova chiave di lettura se hanno letto questo. Se non conosci nessuno e vuoi avvicinarti e capire come divertirti nel mondo della fotografia, scrivimi. Magari davanti a una birra o a un tè, possiamo parlare della fotografia come la vede Famolostrano.


FAQs: Perché si smette di fotografare?

FAQs

Perché molte persone smettono di fotografare? Molte persone smettono di fotografare perché si sentono sopraffatte dalla tecnologia e dalle regole rigide imposte dai corsi di fotografia tradizionali. La fotografia dovrebbe essere una forma di espressione libera e personale.

Come posso mantenere viva la mia passione per la fotografia? Trova un gruppo di persone con cui condividere la tua passione, partecipa a uscite fotografiche e sperimenta con diversi stili e tecniche. Non concentrarti troppo sulla tecnologia, ma piuttosto su ciò che ti ispira.

Qual è l’approccio di Famolostrano alla fotografia? Famolostrano promuove un approccio libero e creativo alla fotografia, incoraggiando le persone a esplorare e sviluppare il proprio ritmo personale e a non seguire ciecamente le regole tradizionali.

Quale attrezzatura fotografica dovrei acquistare? Inizia con ciò che hai, come il tuo telefono. Valuta le tue esigenze fotografiche e scegli un’attrezzatura che sia comoda e adatta al tuo stile di fotografia.

I corsi di fotografia tradizionali sono ancora rilevanti? Mentre i corsi tradizionali possono offrire una buona base tecnica, è importante che siano adattati alle esigenze moderne e che incoraggino la creatività e l’esplorazione personale.

Come posso trovare ispirazione per le mie fotografie? Osserva il mondo intorno a te, esplora nuovi luoghi, interagisci con altri fotografi e sperimenta diverse tecniche e stili. Lascia che la tua passione per la fotografia guidi la tua creatività.

Quello che voglio trasmettere in questo articolo

Quello che voglio trasmettere in questo articolo:

Perché si smette di fotografare?” è che prima di tutto bisogna innamorarsi della fotografia, e poi cercare le tecniche. È come fare un corso per preparare torte e dover assorbire una lezione su come è stato costruito il forno o su cosa mangiava la mucca. Sicuramente è importante, ma solo dopo aver capito se mi piace fare torte o fotografare. Credo ciecamente nella formazione e nella storia, come anche nelle regole.

Sì, esatto. Le regole di composizione come la regola dei terzi e la sezione aurea sono ancora importanti. Forniscono una base solida per creare immagini bilanciate e attraenti. Tuttavia, è anche utile essere flessibili e aperti a nuove tendenze e stili visivi che emergono con le nuove generazioni e le tecnologie digitali. Combinare queste regole tradizionali con elementi moderni può portare a risultati creativi e innovativi.

La sezione aurea: Il concetto di sezione aurea risale all’antica Grecia, con Euclide che ne ha scritto intorno al 300 a.C. È stata utilizzata nelle arti e nell’architettura sin dall’antichità.

La regola dei terzi: Sebbene il concetto possa essere stato utilizzato implicitamente per secoli, è stata formalizzata e adottata nel diciannovesimo secolo, poco dopo l’invenzione della fotografia intorno agli anni 1830-1840.

Ma credo che prima di tutto sia fondamentale capire se mi piace e, perché no, magari continuare a fare foto con il telefono, che non è un peccato ma solo uno strumento. Quindi, fate mille corsi, ma prima capite cosa vi piace e innamoratevi di uno stile. Chi prepara torte difficilmente fa anche primi piatti; chi fa torte le fa perché gli piace farle e non vuol dire che non sia bravo in altro. Studiate i fotografi, scegliete il vostro stile, fatelo vostro e non lasciatevi mai condizionare.

Famolostrano blog di storie
Famolostrano blog di storie

Famolostrano, un progetto semplice quando la fotografie se diventa difficile forse non hai trovato il tuo ritmo, che non è nella attrezzatura ma nella tua creatività di osservare

Articoli: 303

4 commenti

  1. Ciao, non concordo in nulla ma sicuramente è una chiave di lettura molto forte e completamente diversa. Sicuramente dovrò capire il tuo messaggio e magari un giorno lo capirò, ma grazie di condividere la tua opinione differente da tutti.

    • Prima di tutto Sandro, grazie per aver letto il mio articolo.
      Vorrei aggiungere che è anche una piccola provocazione gentile per far riflettere tutti, inclusi i produttori di attrezzatura e i docenti.
      È importante sottolineare che si tratta solo del punto di vista del blog e non rappresenta una legge assoluta.
      Non è necessario assolutamente condividerlo; anzi, è solo uno spunto di riflessione.

      Grazie ancora e buona giornata!

  2. Ciao, sì, credo di aver capito che per il progetto l’importante è fare fotografie e non essere fissati sui mi piace. Come ti ho già scritto, mi piace questo progetto perché non vendi nulla. So che sarà difficile far digerire questo articolo a tutti quelli che vivono su Facebook e non fanno altro che criticare e spesso insultare. Bravo, ci vuole qualcuno che ci inviti a fotografare.

    • 👋 Sara, sì, hai colto esattamente il punto del progetto: l’importante è concentrarsi sulla fotografia stessa, non solo sul numero di mi piace. Apprezzo molto il fatto che tu apprezzi questo aspetto del progetto. Capisco che possa essere difficile far digerire questo concetto a chi è abituato a vivere su Facebook e a ricevere critiche e insulti. È bello sapere che ci sono persone come te che apprezzano l’invito a concentrarsi semplicemente sulla fotografia.
      Grazie per il sostegno!

      A presto!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *